5 esempi di varianti in corso d’opera con software BIM

post
5 esempi di varianti in corso d’opera con software BIM

 

Evitando di entrare nello specifico del Regolamento per le varianti in corso d’opera, è interessante ragionare su alcuni casi in cui essa si presenta, ma soprattutto come viene elaborata e risolta con molta più facilità utilizzando il software BIM.

1. Esempio di variante di corso d’opera: sopravvenute disposizioni normative

A seguito della pubblicazione del bando di gara, è possibile che una normativa tecnica subisca delle modifiche. In questo caso, grazie all’aggiornamento costante del software BIM, si avrà la possibilità di conoscere in tempo reale quali sono le ultimissime disposizioni che regolamentano i differenti aspetti del progetto.

 

2. Esempio di variante in corso d’opera: cause impreviste ed imprevedibili.

Supponiano che, al pari di costo dei materiali, il direttore dei lavori decida di cambiare la scelta di n prodotto optando per un materiale ancora migliore o non disponibile al momento del bando di gara.

Ogni singola modifica nella scelta dei materiali, dei costi e delle quantità, verrà elaborata dal software BIM per offrire un costante informazione a disposizione di tutti coloro che dovranno occuparsi dell’acquisto e della gestione di tali materiali.

 

3. Esempio di variante in corso d’opera: sorpresa geologica

Ovviamente nessuno prevede imprevisti di questo tipo, quando cause geologiche o idriche improvvisamente si manifestano e impongono un cambiamento, spesso piuttosto importante in termini di costi e di tempi di elaborazione.

Il grande vantaggio nell’utilizzo del software BIM infatti è soprattutto dato dalla velocità di aggiornamento dati nella gestione del cambiamento, evitando lunghe e costose attese di progettazione (che si trasformano in un concreto risparmio economico)

 

4. Esempio della variante in corso d’opera: errori ed omissioni nel progetto esecutivo.

Sono così descritti:

  • inadeguata valutazione dello stato di fatto,
  • la mancata od erronea identificazione della normativa tecnica vincolante per la progettazione,
  • il mancato rispetto dei requisiti funzionali ed economici prestabiliti e risultanti da prova scritta,
  • la violazione delle norme di diligenza nella predisposizione degli elaborati progettuali.

 

5. Esempio di una variante in corso d’opera: varianti migliorative

Possono essere in diminuzione oppure in aumento (purché non comportino un aumento di spesa superiore al 5%).

Come abbiamo visto, il Building Information Modeling è in grado di elaborare e risolvere questi ( e innumerevoli altri) problemi di ogni tipo, senza dimenticare che presto il software BIM sarà obbligatorio per Legge.

 

Desideri approfondire il mondo del Building Information Modeling?

 

leggi anche:

> Focus sul Computo Metrico Estimativo

> Software BIM: ottieni un miglior controllo di gestione in edilizia

> Analisi costi benefici per l’efficienza energetica