Incentivi ristrutturazione edilizia: 65% per la riqualificazione energetica

post
Incentivi ristrutturazione edilizia: 65% per la riqualificazione energetica

 

Incentivi ristrutturazione edilizia: 65% per la riqualificazione energetica

Il fabbisogno energetico di un edificio che viene definito dal Dlgs 192/2005 permette di conoscere quali sono i parametri annuali necessari per mantenere gli ambienti riscaldati di una struttura. Intervenire per ottimizzare le prestazioni energetiche è sempre utile, soprattutto quando sono previsti degli incentivi  ristrutturazione edilizi focalizzati al risparmio energetico.

Ecco quali sono i requisiti previsti dall’ENEA per usufruire degli incentivi di ristrutturazione edilizia utili alla riqualificazione energetica.

Requisiti utili incentivi ristrutturazione edilizia

Esistono chiaramente dei requisiti da possedere ed una specifica documentazione, che permettono di detrarre il 65% delle spese sostenute (massimo di detrazione 100.000 euro) per interventi che prevedano:

  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale
  • impianti di cogenerazione, trigenerazione, allaccio alla rete di teleriscaldamento, collettori solari, ecc.
  • interventi di coibentazione o di sostituzione di finestre non aventi i requisiti tecnici prescritti dal comma 345 di riferimento

Va da sè che i requisiti dell’intervento devo rispettare le leggi e le normative previste in tema di sicurezza e di efficienza energetica e non deve superare i valori limite di prestazione energetica definiti nell’allegato A del dm 11 marzo 2008.

Gli incentivi ristrutturazione edilizia a copertura delle spese di riqualificazione energetica includono le spese provvisionali ed accessorie utili alla realizzazione degli interventi e le prestazioni professionali necessarie per la realizzazione, le documentazioni tecniche e l’APE (attestato di prestazione energetica.

Documentazione necessaria da consegnare

Per essere in regola con la richiesta degli incentivi ristrutturazione edilizia inerenti alla riqualificazione energetica è importante inviare la documentazione all’ENEA entro 90 giorni dalla fine lavori direttamente dal loro sito internet, comprendente la scheda descrittiva dell’intervento redatta e firmata da un tecnico abilitato.

Documentazione da conservare

  • Certificazione del tecnico abilitato del rispetto dei requisiti tecnici
  • Copia dell’APE (attestati di prestazione energetica) inerenti alle unità interessate
  • Copia delle relazioni tecniche
  • Originale del  documento di intervento inviato redatto e firmato da un tecnico
  • Schede tecniche materiali e componenti

Oltre a questa documentazione tecnica, dovranno essere conservati sia le fatture delle spese, sia la ricevuta del pagamento con riferimento alla legge finanziaria del 2007 comprendente numero, data e dati sia di chi richiede la detrazione sia di chi ne è il beneificiario, e la ricevuta dell’invio della documentazione all’ENEA.

Desideri maggiori informazioni?

Incentivi ristrutturazione edilizia: 65% per la riqualificazione energetica

potrebbe interessarti anche: